Colesterolo alto

Menù delle Feste
17 dicembre 2013
In forma per le feste : DIETA PRENATALIZIA
13 novembre 2014

Colesterolo alto

COLESTEROLO ALTO? L’AIUTO ARRIVA DALLA NATURA!

L’ipercolesterolemia è sempre più diffuso anche nei giovani dai 28 anni in su. Questo aumento, la maggior parte delle volte è associato al colesterolo al sovrappeso, mancanza di attività fisica e diete sbilanciate ricche di grassi di origine animale. E’ ormai nota, e confermata dalla ricerca scientifica, l’importanza di una dieta a base vegetale abbinata ad una costante attività fisica, sia per la prevenzione che per la cura delle malattie cardiovascolari, anche in stato avanzato.

Ecco alcuni alimenti che agiscono come ipocolesterolemizzanti se abbinati ad una dieta bilanciata e all’attività fisica:

  • Riso rosso: è una statina naturale che non ha effetti collaterali. Ottenuto dalla fermentazione del comune riso da cucina grzie ad un particolare lievito chiamato Monascus purpureus o lievito rosso. Contiene amido, acidi grassi, fitosteroli, isoflavoni, monacoline, pigmenti naturali (monascin e monascorubine).
    Il Monascus Purpureus è una sostanza molto simile ad alcuni farmaci ipocolesterolemizzanti e agisce inibendo l a produzione dell’enzima HMG-CoA reduttasi che è regola della biosintesi del colesterolo.
  • Aglio: uno studio condotto dai ricercatori dell’università australiana di Adelaide, ha dimostrato che l’aglio è molto efficace contro il colesterolo e che potrebbe essere considerato un’opzione alternativa, altamente sicura, ai farmaci convenzionali anti colesterolo in pazienti con livelli non esageratamente alti.
  • Semi di lino: alimento più ricco in assoluto di Omega-3 (acidi grassi essenziali). Questo grassi buoni hanno dimostrato di avere effetti salutari per il cuore e di ridurre il colesterolo cattivo. Ogni cucchiaio di semi di lino contiene 1,8 grammi di Omega 3.
  • Lecitina di soia: molti studi hanno dimostrato che il consumo di lecitina di soia è particolarmente efficace nella riduzione di colesterolo LDL. Gli acidi grassi essenziali che contiene facilitano la solubilizzazione ed il trasporto del colesterolo. La fosfatidilcolina riduce l’assorbimento intestinale e stimola la capacità dell’organismo di eliminarlo. Sembrerebbe anche avere un’azione selettiva sulle lipoproteine che trasportano il colesterolo nel sangue ovvero ridurrebbe le lipoproteine LDL e aumenterebbe le lipoproteine HDL.
  • Karkadè: ricco di fitosteroli (acidi organici che stimolano il metabolismo dei grassi e dei carboidrati come acido citrico, tartarico, malico) ma anche di antiossidanti come antociani e flavonoidi oltre a vitamina C e tannini. Grazie al suo alto contenuto di acidi organici e fitosteroli è un ottimo alleato contro colesterolo LDL e malattie cardiovascolari.
  • Psillio: un’erba riconosciuta per il suo potere anticolesterolo, infatti abbassa i livelli di quello totale e di quello LDL.
  • Tarassaco: promuove l’eliminazione biliare del colesterolo in eccesso e ne riduce l’assorbimento grazie alla ricchezza di fitosteroli e fibre solubili. Foglie di carciofo: sottoforma di decotto favoriscono la diminuzione dei livelli di colesterolo: fatene bollire per 15 minuti 20grammi in un litro di acqua, filtrate e dolcificate. L’ideale sarebbe berne più tazze al giorno.